Ferrari 599 Hy-Kers: potenza Verde
Svelata la Ferrari 599 GTO
Alessia Polita: brutto incidente a Misano

Brutto incidente per la pilota marchigiana Alessia Polita.

Durante le qualifiche di sabato della Stock 600 del Campionato Italiano Velocità, sulla pista di Misano Alessia Polita ha perso il controllo della sua Yamaha R6. 

La pilota è stata trasportata immediatamente in ospedale e sottoposta ad un intervento chirurgico d'urgenza. Alessia Polita fortunatamente non è in pericolo di vita, ma sembra aver riportato delle gravi lesioni che potrebberio cambiare radicalmente la sua vita futura.

Alessia Polita è una vecchia conoscenza di Nuvolari. Nel 2005 fu protagonista insieme ad altri 8 piloti della serie Riders. Le nostra telecamere seguivano queste giovani promesse del motociclismo alle prese con il Campionato Europeo Stock 600 del 2005. È proprio in quella occasione che abbiamo imparato a conoscere ed apprezzare la grinta di Alessia. Grinta non solo in pista, ma anche nella vita di tutti i giorni. Fu sempre Alessia Polita una delle tre motocicliste protagoniste della prima serie Donne e Dune con Fabio Fasola.

Siamo certi che Alessia sarà essere forte e grintosa anche in questa difficile circostanza. Forza Alessia!

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Moto

In una intervista (versione integrale) Valentino Rossi commenta la stagione trascorsa, la moto, i rivali e le prospettive per la MotoGP 2015. Il Dottore termina la sua 15^ stagione con un ottimo secondo piazzamento nella MotoGP 2014 nonostante un inizio difficile e conclude anche rinnovando il contratto con Movistar Yamaha MotoGP per altri due anni. Valentino, quindi, continuerà a correre almeno fino alla fine del 2016. Q: La stagione è finita. Come valuti il tuo rendimento?  VR: “Sono molto contento delle mie performance di questa stagione. Il bilancio è molto positivo. Devo ammetterlo: si trattava di una stagione fondamentale per decidere il mio futuro. L'anno scorso non ero molto contento e così stavo iniziando a pensare al ritiro. Il mio obiettivo è essere tra i primi e lottare per salire sul podio ad ogni gara. L'anno scorso questo non era sempre possibile. Finalmente quest'anno ciò è stato possibile. Ho fatto dei grossi cambiamenti all'inizio della stagione che per fortuna hanno funzionato e sono molto contento di ciò. Sono sempre stato forte nell'arco della stagione, ho potuto correre delle belle gare e delle battaglie avvincenti.” Q: Che ne pensi della M1 di quest'anno? All'inizio non andava molto bene, ma nella seconda parte della stagione sia tu che Jorge Lorenzo avete avuto dei buoni risultati.  VR: "La nostra M1 è migliorata molto durante la stagione, specialmente grazie all'ottimo lavoro svolto dai nostri tecnici. Silvano, Ramon e tutti gli ingegneri e i tecnici hanno lavorato bene: tutti insieme siamo riusciti a lavorare per migliorare la moto e renderla competitiva e vincente. Peccato non esserci riusciti prima: a conti fatti la maggior parte del distacco con Marc Marquez si è creato nella fase iniziale della stagione ma è diventato troppo difficile da recuperare. Se potessimo ricominciare la stagione adesso, le cose andrebbero diversamente. Ma va bene così: l'importante è che la moto è migliorata un sacco ed è competitiva adesso.” Q: Qual è stato il momento della stagione che ti ha reso più felice? VR: “Il momento più bello è stato con la vittoria a Misano, quando ho vinto davanti ai miei fan. Sono riuscito a tornare alla vittoria in Italia dopo 5 anni ed è stato magnifico. Porto nel cuore quella gara. Mi sono divertito molto e ho provato delle emozioni indescrivibili. Comunque, in realtà, la seconda vittoria è stata ancora più bella perché a Misano ero troppo gasato, a Phillip Island invece me la sono goduta di più.” Q: Nella seconda parte della stagione hai mandato un chiaro messaggio ai toi principali rivali. Vuoi dire qualcosa che metta più pressione ai tuoi avversari? E pensi che Yamaha ti possa aiutare a conquistare il decimo titolo del mondo? VR: “Io ci credo ancora, l'ho sempre detto. Dopo quest'anno ancora di più perché sono lì davanti. Siamo molto vicini ai nostri rivali ma sarà comunque difficile. Lorenzo sarà più forte l'anno prossimo e Marquez ha vinto il titolo con 13 vittorie contro le mie 2. Ha vinto undici volte più di me, una differenza abissale. Per colmare questo gap dobbiamo lavorare ancora meglio col team, con Silvano, e anche con Yamaha che deve darci una mano. Come detto, penso che Honda quest'anno - soprattutto all'inizio - fosse più competitiva di noi e la prima metà della stagione è stata una passeggiata per Marc. Se vogliamo rendergli la vita difficile dobbiamo fargli sentire il fiato sul collo.”
CONDIVIDI

Altri Campionati - Moto

Nei Paesi Bassi viene realizzato Tony Cairoli The Movie, un film che ripercorre le imprese del leggendario Tony Cairoli evidenziando in particolare le difficoltà incontrate dal pilota siciliano nel corso della sua carriera. Tony Cairoli The Movie [caption id="attachment_16193" align="aligncenter" width="622"] Tony Cairoli nel film documentario "Tony Cairoli The Movie"[/caption] Sentendo la parola "motocross", viene subito in mente il suo nome: Antonio "Tony" Cairoli, vincitore di 8 titoli mondiali - di cui sei in MXGP (ex MX1) - ancora candidato (ha solo 29 anni) a diventare il numero uno di tutti i tempi in questo sport all'inseguimento di Stefan Everts che ha conquistato 10 titoli mondiali prima di ritirarsi nel 2006. Una carriera splendente che nasconde tante difficoltà e momenti difficili. Dopo esser salito per la prima volta su una minicross all'età di quattro anni - a Patti, comune di Messina -, Tony Cairoli esordisce nel minicross a 7 anni vincendo numerosi titoli regionali. Gareggia e trionfa in molte altre categorie: élite, cadetti, Europeo85 e 125. Una serie di successi incredibile se pensiamo che Tony non aveva nemmeno i soldi per cambiare casco: era costretto ad utilizzare lo stesso anche per 3 anni di fila, come dichiara nel film e nel trailer. Nick Janssen e Jean-Paul Maas realizzano così un film su Tony Cairoli: si tratta di un documentario che ripercorre le sue vittorie e i cui commenti svelano i retroscena che talvolta i tifosi nemmeno immaginano: sacrifici, cadute, rinunce e tanto fango - non solo quello in pista -. Tony Cairoli The Movie è, quindi, un film che saprà sorprendere i fan del campione e, allo stesso tempo, farà scoprire il leggendario Tony Cairoli e la sua grandezza a chi non lo conoscesse grazie alle testimonianze di Antonio stesso e delle persone che gli sono più vicine. Tony Cairoli The Movie, prodotto nei Paesi Bassi, uscirà nelle sale d'Europa a partire dal 24 ottobre. Ecco il programma completo dell'uscita del film: Patti, Messina: 24 ottobre Roma: 25 ottobre Eindhoven (Olanda): 27 ottobre Koln (Germania): 2 novembre Vienna (Austria): 2 novembre Hasselt (Belgio): 3 novembre Milano: 8 novembre Madrid (Spagna): 13 novembre Lisbona (Portogallo): 13 novembre Lille (Francia): 14 novembre Londra (U.K.): 17 novembre
CONDIVIDI

Gare

Misano, MotoGP 2014: Valentino torna ad esultare. Una vittoria che mancava dal GP di Olanda, Assen, il 29 giugno 2013 e che è arrivata solo 2 volte in quasi 4 anni. Questa storica vittoria di Valentino del 14 settembre 2014 è arrivata sul circuito di Santa Monica a Misano Adriatico, in provincia di Rimini: circuito dedicato a Marco Simoncelli. Si tratta di un successo non sufficiente a riaccendere le speranze per una vittoria del campionato da parte di Valentino: lo spagnolo Marc Márquez, campione del mondo in carica, ha dominato a larghi tratti questa edizione della MotoGP risultando attualmente primo con 289 punti. Rossi è attualmente terzo (214 punti) a ridosso di Pedrosa (215 punti). La gara si è conclusa con la vittoria di Rossi, un secondo posto per Jorge Lorenzo e terzo per Dani Pedrosa. Dovizioso e Iannone su Ducati conquistano rispettivamente quarta e quinta posizione. Solo diciottesimo Marquez: la lotta per il comando di questa gara aveva visto impegnati lui e Rossi in una sfida avvincente che è terminata con la caduta dello spagnolo. Marquez ha perso il controllo dell'anteriore in curva e non è riuscito a tenere la moto in piedi: caduta e motore spento le conseguenze dell'errore - uno dei rari del campione spagnolo - che hanno infranto ogni possibilità di recupero. Una gara molto avvincente in cui Valentino Rossi è sembrato tornare quello di una volta: chissà che l'anno prossimo non possa lottare per il titolo. Se il Dottore correrà come a Misano i fan possono sperarci. Ecco le parole di Vale, "sapevo che la mia Yamaha su questa pista sarebbe stata un pelino più veloce della Honda. La pista mi piace, la moto anche, ma sapevo che dovevo fare i conti con Jorge (Lorenzo, ndr)" e continua dicendo che vincere "davanti a tutti i tifosi e al mio fan club è stato speciale, emozionante, quasi commovente". E poi una frecciatina ai detrattori che sa anche di buoni propositi per il futuro: "non bisogna mai arrendersi e ignorare la gente che ti dice che sei vecchio, che non potrai più vincere; l’importante è continuare a sognare perché tante volte ci ero andato vicino: per quattro volte sono finito secondo dietro Marquez, ma sapevo che appena lui non fosse stato al cento per cento avrei vinto io". Una vittoria sul circuito di dedicato a Marco Simoncelli: "Questa vittoria significa molto per me: quando vinci a Misano il pensiero va al Sic, soprattutto per noi, per i suoi amici". Con questa vittoria Rossi torna, quindi, a far parlare di sé e dei suoi record: diventa il vincitore di MotoGP più longevo della storia, grazie ad una distanza di ben 18 anni fra la sua prima vittoria e questa di Misano 2014, record strappato a Capirossi. Rossi supera anche i 5000 punti nel suo personale bottino motomondiale (5012 al momento). Nella sua carriera ha vinto nove titoli Mondiali e 107 vittorie da professionista; si tratta del pilota in attività col maggior numero di Gran Premi disputati. Il sogno di Vale e dei suoi numerosi fan è il titolo Mondiale numero 10, un sogno che potrebbe diventare realtà.
CONDIVIDI
Segui Nuvolari su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv