Fiat-Chrysler: Sarà davvero una festa?
NON IN MIO NOME: campagna in favore di un’Italia etica, laica e liberale
My Special Car a Bologna

Lanciata al Motor Show di Bologna la 10a edizione di My Special Car Show.

Il più grande evento indoor dedicato all'auto speciale e sportiva si terrà dal 30 marzo al 1° aprile 2012 a Rimini Fiera. In esposizione vetture straordinarie, con modifiche estetiche e tecniche, con speciali performance in pista e impianti audio con potenza fuori dal comune
In questi 10 anni i visitatori di My Special Car Show sono stati 633.000, oltre 1.000 gli espositori e 15.075 le auto iscritte al raduno con una crescita dell'897% dall'edizione 2003 a quella 2011.

L'edizione 2012 sarà l’occasione per premiare quelli che sono sempre stati veri protagonisti del salone: le aziende e i club che da sempre hanno partecipato e contribuito alla crescita della manifestazione.  

Punta di diamante sarà il lancio del primo Rally Ronde My Special Car Show, organizzato in collaborazione con PRS Group e in programma nelle giornate di sabato 31 marzo e domenica 1 aprile. Il Rally Ronde è una nuova tipologia di rally, riconosciuta da ACI/CSAI, che sta ottenendo un notevole successo, sia da parte del pubblico che dei piloti. La competizione si svolge in una unica prova speciale su un tracciato da percorrere per 4 volte.

Il lay out espositivo sarà lo stesso inaugurato nel 2011, che occuperà tutti gli spazi di Rimini Fiera per una superficie espositiva complessiva pari a 100.000 metri quadrati lordi suddivisi in 16 padiglioni.  30.000 i metri quadrati di aree esterne, tra le quali un circuito per esibizioni e test drive e una riservata al parco assistenza del Rally Ronde My Special Car Show.

Il centro del quartiere fieristico di Rimini Fiera ospiterà il villaggio espositivo ed il palco dove avranno luogo tutte le premiazioni.  Anche quest’anno poi, sarà operativa la stazione ferroviaria interna del quartiere fieristico.

La prossima edizione di My Special Car Show vedrà infatti un'area interamente dedicata all'ascolto di qualità a partire dalle dotazioni già presenti di serie sulle auto e agli interventi per migliorarlo. Non mancherà un occhio ai sistemi di car navigation e car enetrtainment.

Presente all'interno di Motor Show anche lo spazio espositivo dedicato a My Special Car Show, sul quale sono presenti alcune vetture speciali: un Audi R8 Rieger portata da Rabanser Tuning, una Evoque Marangoni HFI-R (presentazione in anteprima) equipaggiata con uno speciale set di pneumatici rossi "M-Power EvoRed" Marangoni, una Mazda MX 5 Open Race esposta dalla rivista sulla specializzazione auto Elaborare - che ha sul posto anche i piloti del proprio team - e una Giulietta Full Digital Audio 96/24, dotata di un impianto in grado di riprodurre musica liquida ad alta risoluzione, portata dalla rivista specializzata in car audio ACS

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Auto

Dal 18 al 21 settembre 2014 si terrà il 28° Gran Premio Nuvolari Un appuntamento attesissimo dai fan del grande Tazio Nuvolari, dagli appassionati di rare, preziose ed affascinanti auto d'epoca e dagli amanti delle città d'arte: si tratta del Gran Premio Nuvolari 2014 (28esima edizione) che si svolgerà dal 18 al 21 settembre 2014 tra Mantova, Rimini, Siena e tante meravigliose località. La scomparsa di Tazio Nuvolari, avvenuta l'11 agosto 1953, scosse il mondo intero per il valore umano e sportivo del grande pilota; ad esempio, commosse profondamente Renzo Castagneto, Aymo Maggi e Giovanni Canestrini - gli uomini della Mille Miglia: i tre che con Franco Mazzotti, scomparso durante la II Guerra Mondiale, avevano ideato e realizzato la "corsa più bella del mondo" -. Castagneto, il deus ex machina della Mille Miglia, ed i suoi amici erano autenticamente legati al pilota mantovano: non solo per l'affetto e la stima per l'uomo e l'ammirazione che provavano per il grande campione, ma anche per i sentimenti di riconoscenza che gli attribuivano, per essere stato tra coloro che, con le proprie gesta, avevano maggiormente contribuito all'inarrestabile crescita della loro creatura. Per onorarne la memoria, il percorso tradizionale della Mille Miglia venne modificato così da transitare per Mantova, sua città natale. Da allora, venne istituito il Gran Premio Nuvolari, da destinare al pilota più veloce e quindi da disputarsi sui lunghi rettilinei che percorrono la pianura Padana, partendo da Cremona e transitando per Mantova, fino al traguardo di Brescia. Oltre alle quattro edizioni storiche svoltesi dal 1954 al 1957 e volute dagli organizzatori della 1000 Miglia, oggi si sono disputate 23 rievocazioni del Gran Premio Nuvolari, sfida di regolarità internazionale riservata ad auto storiche. Dal 1991, i soci fondatori di Mantova Corse - Luca Bergamaschi, Marco Marani, Fabio Novelli e Claudio Rossi - continuano nella medesima opera tramandata dai leggendari fondatori della 1000 Miglia. Il fine, lo stesso: consentire ai piloti delle nuove generazioni di cimentarsi sulle vetture che scrissero la storia di quei giorni, rendendo omaggio al più grande, al più ardimentoso al più audace dei loro predecessori: il leggendario Tazio Nuvolari. Conferenza stampa a Mantova Il 13 settembre 2014, all’interno del Museo Tazio Nuvolari di Mantova, si è tenuta la conferenza stampa dove è stata annunciata la 28^ edizione del Gran Premio Nuvolari, una delle più importanti gare di regolarità dedicate alle auto d’epoca. Organizzata da Mantova Corse, dal Museo Tazio Nuvolari e dall'Aci, la manifestazione attira appassionati e neofiti provenienti da tutta Italia, ma anche dal resto del mondo. Il Gran Premio Nuvolari è da sempre simbolo di sana competizione e di spirito sportivo e rappresenta allo stesso tempo un’occasione imperdibile per ammirare e vivere appieno le bellezze artistico-culturali italiane, in un percorso che coinvolge alcune tra le città più belle, patrimonio dell’UNESCO. Alla conferenza stampa hanno presenziato i soci di Mantova Corse: Luca Bergamaschi, Marco Marani e Claudio Rossi che, oltre a illustrare le novità dell’edizione 2014 e le peculiarità del percorso, hanno reso noto l’elenco degli iscritti. A questa edizione, parteciperanno oltre 270 vetture, di cui 70 prestigiose d’anteguerra; buono il numero dei team italiani ai quali si affiancheranno i tantissimi provenienti dal resto dell’Europa: Svizzera, Germania, Polonia, Spagna, Francia, Belgio, Repubblica Ceca, Repubblica di San Marino, Lussemburgo, Olanda, Gran Bretagna e Austria. Da segnalare la presenza di equipaggi extra-europei con piloti provenienti da Russia, Australia e Argentina. Confermato anche per questa edizione il supporto di aziende prestigiose e autorevoli con Audi nelle vesti di main partner, Eberhard & Co., Etiqueta Negra polo & sportswear, e le più recenti Banca Generali e Ufi Filters. La 28^ edizione si svolgerà dal 18 al 21 settembre 2014 secondo i calendari di Federation Internationale de l’Automobile (F.I.A.), Federation Internationale Vehicules Anciens (F.I.V.A.), Commissione Sportiva Automobilistica Italiana (C.S.A.I.) e Automotoclub Storico Italiano (A.S.I.). Prossimo appuntamento venerdì 19 settembre alle ore 13, in piazza Sordello a Mantova per l’emozionante partenza delle auto. Le tappe del Gran Premio Nuvolari 2014 Ecco l'itinerario del Gran Premio Nuvolari 2014. [caption id="attachment_15792" align="aligncenter" width="800"] Ecco l'itinerario completo del Gran Premio Nuvolari 2014[/caption]
CONDIVIDI

Altri Campionati - Auto

Ad aggiudicarsi questa edizione 2014 della Coppa d'Oro delle Dolomiti è l’equipaggio Mozzi / Biacca su Triumph TR2 che, dopo aver già vinto la Mille Miglia 2014, prosegue una stagione sportiva ai vertici. Il podio della Coppa d'Oro delle Dolomiti 2014 La coppia mantovana si aggiudica il podio dopo un faticosissimo testa a testa di due giorni con i pluricampioni Cané / Galliani su Lancia Aprilia. Giuliano Canè, il più grande regolarista di tutti i tempi, vincitore di 10 Mille Miglia e 7 Coppe d’Oro delle Dolomiti, ha ceduto il passo a Giordano Mozzi nelle ultime tre prove di rientro a Cortina d’Ampezzo. Al terzo posto l’imprenditore bresciano Domenico Battagliola affiancato dal co-pilota Giacomo Salvalaggio su Austin Healey 100 BN1 del 1955. “Vincere nello stesso anno la Mille Miglia e la Coppa d’Oro delle Dolomiti è una gioia immensa”, spiega Giordano Mozzi dal podio. “Ad accomunare le due gare di regolarità sono sicuramente la grande difficoltà tecnica e la bellezza dei paesaggi attraversati”. Amareggiato per l’inattesa sconfitta Giuliano Canè: “È stata una gara bella e un duello appassionante con Mozzi - ammette - quest’anno possiamo dire che il testimone è passato di mano, ma non ho alcuna intenzione di abdicare; sempre con il fair play che caratterizza la manifestazione”. Coppa d'Oro 2014 anticipata: una scelta vincente C'era curiosità sui risultati di questo evento a causa dello spostamento di date: la Coppa d'Oro 2014 si è svolta venerdì 18 e sabato 19 luglio. Un bilancio positivo di questa 53° edizione della Coppa d'Oro - che il nostro Tazio Nuvolari definì “la Mille Miglia delle montagne” - viene espresso dal Presidente del Comitato Organizzatore Alessandro Casali: “la scelta di anticipare i giorni di gara, da settembre a luglio come nelle edizioni storiche, è stata vincente: abbiamo avuto un tempo splendido che ha agevolato i drivers su strade di montagna non semplici da affrontare e ha regalato panorami suggestivi. Va sottolineato, inoltre, che la Coppa d’Oro delle Dolomiti rappresenta non solo un importante evento sportivo, ma anche e soprattutto un volano economico per il territorio: nei quattro giorni di gara alberghi e ristoranti a Cortina hanno registrato il tutto esaurito e il Veneto e l’Alto Adige hanno potuto godere di visibilità nazionale e internazionale”.
CONDIVIDI

Auto

La manifestazione automobilistica "Le Mitiche Sport a Bassano 2014" si è svolta dal 19 al 22 giugno 2014 partendo da Romano d’Ezzelino e facendo tappa ad Asiago e a Vicenza prima dell'arrivo in Piazza Libertà a Bassano del Grappa e della premiazione nella storica Piazza degli Scacchi di Marostica. La ventesima edizione de “Le Mitiche Sport” È la Fiat 508 S Siata di Alberto Riboldi e Paolo Sabbadini a vincere la ventesima edizione de “Le Mitiche Sport a Bassano”. Secondo gradino del podio per l’equipaggio di Maurizio Piantelli / Paola Montaldi su Bugatti T37 A, mentre terzo è arrivato Mario Piantelli / Fabio Cambiè su Aston Martin LM7. Le Mitiche auto del 2014 [caption id="attachment_15444" align="aligncenter" width="650"] Una delle auto de Le Mitiche Sport a Bassano 2014[/caption] Il parterre di vetture iscritte alle “Le Mitiche Sport a Bassano” non ha eguali in Italia: 85 “Barchette” provenienti da tutto il mondo che rendono questo evento unico per qualità e prestigio. “La nostra squadra ha lavorato moltissimo – ha ammesso Stefano Chiminelli, Presidente del Circolo Veneto Automoto d’Epoca “Giannino Marzotto”, durante le premiazioni – ma la risposta che ci è stata data da tutti durante questi tre giorni ci riempie il cuore e ci ripaga di tutta la fatica”. Tanti premi per Le Mitiche Sport a Bassano 2014 [caption id="attachment_15445" align="aligncenter" width="650"] Una delle premiazioni - Le Mitiche Sport a Bassano 2014[/caption] Numerosi i premi assegnati, assieme ai quali sono stati donati anche degli assegni come segno di solidarietà: uno agli Alpini per i lavori sul Ponte di Bassano e uno all’Università di Padova per una borsa di studio destinata alla Facoltà di Ingegneria meccanica. Entrambi resi possibili grazie a una parte del ricavato della manifestazione che ha come main sponsor la casa di orologeria Eberhard. La classifica a squadre è stata vinta da Gli Svizzeri seguiti da “Piloti sul serio” e dalla “Brescia corse”. Il Premio Coppa del Pasubio è andato a Hidetomo Kimura / Akira Okubo a bordo di una Siata Pescara; il Premio per la miglior Fiat sempre ad Alberto Riboldi / Paolo Sabbadini per la Fiat 508 S Siata, vincitrice assoluta di questa edizione; il Premio per la miglior Maserati a Luigi Berton / Matteo Gardaro a bordo di una Maserati A6 GCS; il Premio per la miglior Alfa Romeo ad Axel Marxs e Mario Peserico amministratore delegato di Eberhard Orologi a bordo di un’Alfa Romeo 6C 1750 GS. Infine il Premio Città di Bassano è andato alla Amilcar CG SS di Philippe Jolly.
CONDIVIDI
Segui Nuvolari su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv