Kitesnow, a vela sulla neve
Continental assume!
Patente di guida A e B: novità dal 19 gennaio 2013

Novità per la patente di guida dal 19 gennaio 2013.

Le novità per il conseguimento dei diversi tipi di patente riguardano principalmente l'età dei futuri guidatori, come previsto dal nuovo art. 115 del Codice della strada, e le categorie di patenti che secondo il nuovo art.116 del Codice della strada diventano 15.

Patente AM

La patente AM è necessaria per la guida di ciclomotori a 2 o 3 ruote e di quadricicli leggeri (cilindrata inferiore o uguale a 50 cm3 o potenza inferiore o uguale 4 kW, velocità inferiore o uguale a 45 km/h, massa a vuoto inferiore o uguale a 350 kg, escluse batterie). Questa patente può essere conseguita in Italia a partire dai 14 anni, ma è valida per guidare sul territorio UE e SEE solo dai 16 anni.  

Patente A1

La patente A1 è richiesta per la guida di motocicli di cilindrata inferiore e uguale a 125 cm3 o potenza inferiore o uguale 11 kW e rapporto potenza/massa inferiore o uguale a 0,10 kW/kg e tricicli di potenza inferiore o uguale a 15 kW. La patente A1 può essere conseguita a partire dai 16 anni.

Patente A2

La patente A2 è necessaria per la guida di motocicli con potenza inferiore o uguale a 35 kW e rapporto potenza/massa inferiore o uguale a 0,20 kW/kg, che non derivino da una versione che che sia in grado di sviluppare più del doppio della potenza consentita e di tricicli di potenza inferiori oguali a 15 kW. Per conseguire la patente A2 occorre avere 18 anni.

Patente A

Se si consegue la patente A, si possono guidare motocicli senza nessuna limitazione oltre a tricicli di potenza inferiore a 15 kW, ma solo se il guidatore ha già compiuto 21 anni.

Si può conseguire la patente A in maniera graduale a partire dai 20 anni se si ha già una patente A2 da almeno 2 anni. In caso contrario si può conseguire la patente A a partire dai 24 anni. In ogni caso occorre superare la prova pratica di guida.

Patente B1

La patente B1 è necessaria per quadricicli non leggeri, con massa a vuoto inferiore o uguale a 400 kg o 550 kg se utilizzati per trasportare cose, ad esclusione delle batterie. la potenza nominale netta del quadriciclo deve essere pari o inferiore a 15 kW. La patente B1 può essere conseguita a 16 anni e non abilita alla guida di nessun motociclo.

Patente B

La patente B è necessaria per la guida di autovetture con fino a 9 posti passeggero e massa massima autorizzata minore o guale a 3.500 kg. È possibile conseguire la patente B a partire dai 18 anni.

Con la patente B si possono guidare anche altri veicoli:

  • rimorchio con massa autorizzata pari o minore a 750 kg
  • rimorchio con massa autorizzata maggiore a 750 kg purchè nel complesso la massa si al massimo pari a 3.500 kg.
  • rimorchio con massa autorizzata maggiore a 750 kg e massa massima autorizzata maggiore di 3.500 kg ma inferiore o guale a 4.250 kg, a condizionare di superare un esame praticato su un mezzo specifico. Questa estensione della patente B prevede l'apposizione sulla patente del codice 96.

Patente BE

La Patente BE è necessaria per poter guidare dei veicoli complessi composti da motrice di categoria B e rimorchio con massa autorizzata maggiore di 750 kg ma pari al massimo a 3.500 kg. la massa massima autorizzata è pari o minore di 7.000 kg. La patente BE può essere conseguita dai 18 anni di età.

Validità

  • tutte le nuove categorie di patenti sono valide per la guida di veicoli della categoria AM
  • con la patente A2 si possono guidare i veicoli della categoria A1
  • con la patente A si possono guidare i veicoli compresi nella categoria A1 e A2
  • la patente B è valida per la guida di veicoli di categoria B1 e solo in Italia anche per la guida dei veicoli compresi nella patente A1 e i tricicli con potenza inferiore ai 15 kW, a condizione che si abbiamo almeno 21 anni. 
  • la patenti speciali AM, A1, A2, A, B1 e B sono valide colo per i veicoli con le caratteristiche indicate sulla patente stessa.

Inoltre dal 19 gennaio 2013:

  • la preparazione della prova tecnica relativa al conseguimento della patente AM non sarà più impartita dalle scuole. Ci si potrà quindi presentare all'esame da privatisti o frequentare un corso in una autoscuola.
  • può conseguire una patente di guida in Italia o rinnovarla chi ha residenza anagrafica in Italia, o un cittadino membro della UE o del SEE che risieda normalmente in Italia.
Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Auto

Il 39° Motor Show si svolge presso il Quartiere Fieristico di Bologna dal 6 al 14 dicembre 2014 e prevede tante auto in esposizione, eventi e spettacoli. Dopo un anno di assenza abbastanza clamorosa, il Motor Show ritorna superando una serie di difficoltà. Il 2013 è stato un anno da dimenticare per l'Italia con l'assenza di saloni dell'auto in uno dei paesi più importanti del panorama automobilistico internazionale, grazie a marchi che ne hanno scritto la storia. Aveva pensato di approfittarne Milano, organizzando il Milano Auto Show mettendo le case automobilistiche - e i loro budget ridotti - davanti ad una scelta: Milano Auto Show o Motor Show di Bologna? È nata così, per il 2014, una sfida tra i due saloni che ha visto prevalere il Motor Show di Bologna anche grazie alla sua storia. Milano non si dà per vinta e ci riproverà l'anno prossimo, approfittando di Expo 2015. Un ritorno alle origini Il Motor Show di Bologna del 2012 era stato un flop: una versione partita con budget inferiore agli anni precedenti, ridotta quindi nella durata (5 giorni invece di 9) e un'affluenza molto bassa (quasi il 50% in meno). Per questi motivi si torna alla classica versione da 9 giorni con l'obiettivo di "realizzare un nuovo format che fosse sostenibile, innovativo e coinvolgente", dice Giada Michetti, amministratore delegato di GL Events Italia - società francese che organizza l'evento -. Motor Show 2014 all'insegna dell'innovazione Un ritorno alle origini nel formato, ma un'offerta più moderna, spettacolare e innovativa. Da un lato ci saranno i motori, con tante novità in esposizione, il classico pit stop Ferrari di Formula 1 e numerosi eventi ed esibizioni con auto e piloti d'epoca. Le case automobilistiche presenti sono abbastanza numerose (anche se meno che in passato): gruppo FCA, gruppo Volkswagen, Jaguar, Land Rover, Smart, Citroën, Honda, Nissan e Pagani. Grande risalto ai test drive con 10 aeree predisposte ad accogliere tantissimi visitatori. Saranno presenti un'area dedicata alle auto romagnole, con alcune delle case più importanti del panorama motoristico italiano, e un'area dedicata all'innovazione: qui ci sarà l'importante esordio in Italia della Formula E, il campionato dedicato alle monoposto elettriche che tanto entusiasma il nostro Trulli. Oltre ai motori A rendere più variegata ed interessante l'offerta del 39° Motor Show di Bologna ci saranno alcuni eventi che vedranno coinvolti vari personaggi della televisione e dello sport: sfide rap con Fedez e J-Ax (sabato 6), sfide dance fra 19 DJ italiani (domenica 20), un concerto della star della musica house Bob Sinclair (venerdì 12), i Web Show Awards (sabato 13) con la partecipazione dei rapper Rocco Hunt, Salmo, Moreno e Baby K. Nei giorni delle esibizioni, la chiusura sarà posticipata alle ore 20. Si punta forte, dunque, sull'intrattenimento: spazio dedicato anche al cinema con due proiezioni al giorno, fumetti, simulatori di guida e chi più ne ha più ne metta. Un evento che non intende trascurare l'italianità e che, nel padiglione 26, darà anche spazio alle eccellenze gastronomiche dell'Emilia-Romagna. Il Motor Show [caption id="attachment_16512" align="aligncenter" width="622"] Per la 39° edizione il logo viene accompagnato dall'articolo "il"[/caption] La competizione con Milano è stata tanto folle quanto proficua: ha spinto gli organizzatori ad interrogarsi sui propri punti di forza e a metterli in evidenza: è così che nel logo compare spesso l'articolo (il Motor Show) per rimarcare l'unicità e l'importante storia di questo salone. "Proporre due eventi automobilistici nello stesso periodo - conferma Duccio Campagnoli, presidente di Bologna Fiere - è stata un'operazione anomala che ha reso più difficile il lavoro di tutti". Il payoff non ufficiale dell'evento, d'altronde, è "il Motor Show può essere solo a Bologna". Dove si svolge e come raggiungere il Motor Show di Bologna 2014 Il 39° Motor Show si svolge presso il Quartiere Fieristico di Bologna dal 6 al 14 dicembre 2014. È possibile accedere dall'ingresso Costituzione e dall'Ingresso Nord. Il biglietto intero costa 18 euro, il ridotto costa 14 euro (dai 7 ai 14 anni). È possibile risparmiare utilizzando la procedura di acquisto on line. Maggiori informazioni sul sito ufficiale del Motor Show 2014: www.motorshow.it IN AUTO Per chi arriva in auto, esiste il casello autostradale dedicato. Uscita Fiera. Nello specifico, dalle autostrade provenienti da Firenze, Milano, Padova e Ancona: Tangenziale uscita 8 > parcheggio Michelino Tangenziale uscita 7 > parcheggio/ingresso Costituzione Se il traffico è intenso l'uscita 7 della Tangenziale viene chiusa e vengono attivati i parcheggi della zona Dozza-Parco Nord, con segnaletica e personale che vi indirizzeranno. Il prezzo dei biglietti dei parcheggi è comprensivo di quello per i bus navetta, che sono in partenza ogni 4 minuti. Per evitare multe o rimozioni diffidate dei parcheggiatori abusivi talvolta presenti nei dintorni del Quartiere Fieristico. Nel periodo del Salone sono in vigore i divieti di sosta. Per andare incontro alle esigenze dei visitatori, grazie ad un accordo con Bologna & Fiera Parking Spa è possibile acquistare al prezzo scontato di 10 Euro il ticket per il parcheggio. Il ticket è valido per tutta la giornata di una qualsiasi tra quelle di apertura al pubblico (6 – 14 dicembre) e può essere utilizzato nel parcheggio multipiano Michelino o nel parcheggio di Piazza Costituzione. L’acquisto del titolo di sosta da parte dell’utente, potrà avvenire direttamente sul posto o tramite il sito di Bologna & Fiera Parking www.bfparking.it. IN AEREO www.bologna-airport.it Il servizio navetta dall'aeroporto al BolognaFiere senza fermate intermedie, sarà attivo tutti i giorni ogni 30'. In alternativa per raggiungere il Motor Show si può prendere la linea BLQ fino alla Stazione Ferroviaria poi cambiare prendendo le linee 35 e 38 fino in fiera. Il biglietto BLQ vale anche per le suddette linee. IN TRENO www.trenitalia.it La Stazione Centrale di Bologna dista 10 minuti dal Quartiere Fieristico di Bologna ed è collegata dalle linee di autobus numero 35 e 28. In funzione delle richieste in corso di valutazione, potrà essere disponibile un servizio navetta diretto per il Motor Show che parte da Piazza XX Settembre, in prossimità della Stazione Centrale. IN AUTOBUS www.tper.it In funzione delle richieste in corso di valutazione, tutti i giorni della Manifestazione potrebbe essere attivo il bus-navetta STAZIONE – FIERA/MOTOR SHOW. Nei giorni festivi sarà potenziato il servizio della linea urbana 28, che avrà corse ogni 15 minuti nelle fasce orarie di maggior afflusso. Per maggiori informazioni sul servizio è possibile contattare il Call Center TPER al numero 051 290290 tutti i giorni dalle 7.00 alle 20:00.
CONDIVIDI

Moto

In una intervista (versione integrale) Valentino Rossi commenta la stagione trascorsa, la moto, i rivali e le prospettive per la MotoGP 2015. Il Dottore termina la sua 15^ stagione con un ottimo secondo piazzamento nella MotoGP 2014 nonostante un inizio difficile e conclude anche rinnovando il contratto con Movistar Yamaha MotoGP per altri due anni. Valentino, quindi, continuerà a correre almeno fino alla fine del 2016. Q: La stagione è finita. Come valuti il tuo rendimento?  VR: “Sono molto contento delle mie performance di questa stagione. Il bilancio è molto positivo. Devo ammetterlo: si trattava di una stagione fondamentale per decidere il mio futuro. L'anno scorso non ero molto contento e così stavo iniziando a pensare al ritiro. Il mio obiettivo è essere tra i primi e lottare per salire sul podio ad ogni gara. L'anno scorso questo non era sempre possibile. Finalmente quest'anno ciò è stato possibile. Ho fatto dei grossi cambiamenti all'inizio della stagione che per fortuna hanno funzionato e sono molto contento di ciò. Sono sempre stato forte nell'arco della stagione, ho potuto correre delle belle gare e delle battaglie avvincenti.” Q: Che ne pensi della M1 di quest'anno? All'inizio non andava molto bene, ma nella seconda parte della stagione sia tu che Jorge Lorenzo avete avuto dei buoni risultati.  VR: "La nostra M1 è migliorata molto durante la stagione, specialmente grazie all'ottimo lavoro svolto dai nostri tecnici. Silvano, Ramon e tutti gli ingegneri e i tecnici hanno lavorato bene: tutti insieme siamo riusciti a lavorare per migliorare la moto e renderla competitiva e vincente. Peccato non esserci riusciti prima: a conti fatti la maggior parte del distacco con Marc Marquez si è creato nella fase iniziale della stagione ma è diventato troppo difficile da recuperare. Se potessimo ricominciare la stagione adesso, le cose andrebbero diversamente. Ma va bene così: l'importante è che la moto è migliorata un sacco ed è competitiva adesso.” Q: Qual è stato il momento della stagione che ti ha reso più felice? VR: “Il momento più bello è stato con la vittoria a Misano, quando ho vinto davanti ai miei fan. Sono riuscito a tornare alla vittoria in Italia dopo 5 anni ed è stato magnifico. Porto nel cuore quella gara. Mi sono divertito molto e ho provato delle emozioni indescrivibili. Comunque, in realtà, la seconda vittoria è stata ancora più bella perché a Misano ero troppo gasato, a Phillip Island invece me la sono goduta di più.” Q: Nella seconda parte della stagione hai mandato un chiaro messaggio ai toi principali rivali. Vuoi dire qualcosa che metta più pressione ai tuoi avversari? E pensi che Yamaha ti possa aiutare a conquistare il decimo titolo del mondo? VR: “Io ci credo ancora, l'ho sempre detto. Dopo quest'anno ancora di più perché sono lì davanti. Siamo molto vicini ai nostri rivali ma sarà comunque difficile. Lorenzo sarà più forte l'anno prossimo e Marquez ha vinto il titolo con 13 vittorie contro le mie 2. Ha vinto undici volte più di me, una differenza abissale. Per colmare questo gap dobbiamo lavorare ancora meglio col team, con Silvano, e anche con Yamaha che deve darci una mano. Come detto, penso che Honda quest'anno - soprattutto all'inizio - fosse più competitiva di noi e la prima metà della stagione è stata una passeggiata per Marc. Se vogliamo rendergli la vita difficile dobbiamo fargli sentire il fiato sul collo.”
CONDIVIDI

Eventi Moto

All'EICMA 2014 trionfa Ducati Scrambler come "moto più bella del Salone". La netta maggioranza dei visitatori ha preferito lo Scrambler Ducati 2015 alla concorrenza. L'EICMA 2014 ha rappresentato un successo e l'evento è andato ben al di là delle aspettative: nonostante la crisi economica il numero di visitatori è cresciuto del 25% rispetto allo scorso anno. Un classico dell'EICMA è la scelta della "moto più bella del Salone" che viene eletta in base ai voti espressi dai visitatori della Fiera di Milano: gli oltre 10.000 votanti hanno eletto - un po' a sorpresa - Ducati Scrambler. [caption id="attachment_16380" align="alignnone" width="622"] Ducati Scrambler 2015 vince il premio di "Moto più bella del Salone" all'EICMA 2014[/caption]   Sebbene siano state le supersportive le vere protagoniste dell'EICMA, vince il Ducati Scrambler che, per giunta, non era un'anteprima assoluta essendo stata presentata a Colonia un po' di giorni prima. Eppure il suo aspetto vintage e affascinante è risultato per distacco il più bello per i visitatori con il 43% delle preferenze per Ducati Scrambler, ben oltre la seconda e la terza classificate messe insieme (MV Agusta Dragster RR col 15% e Yamaha R1 col 14%). Lo Scrambler Ducati pesa solo 170 kg con motore da 800 cm³ e 75 CV e sarà disponibile in Italia da febbraio 2015 a partire da 8.240 euro.
CONDIVIDI
Segui Nuvolari su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv