Motogp – Assen, gara
Formula 1 – Kamui Kobayashi firma per la Sauber
Valentino Rossi si rilassa in Ferrari

Domenica insolita per Valentino Rossi.

Dopo il brutto weekend in MotoGP, dove ancora una volta non ha trovato il giusto feeling con la sua Ducati e il susseguirsi di polemiche e chiacchiere, Valentino Rossi si è dato alle quattro ruote.In occasione della "Blancpain GT Endurance Series" Valentino ha gareggiato con una Ferrari 458 Italia della Kessel Racing.

Ma la giornata è cominciata con una bella sopresa per il pilota, che al suo arrivo ha ricevuto in dono un Tapiro d'oro nuovo di zecca dallo staff di "Striscia la notizia". Rossi non si è sottratto alla consegna del famoso trofeo, anzi ha affermato di meritarselo tutto. 

Riguardo al suo rapporto con la Ducati, Valentino non molla e sta lavorando con la Ducati per mettere a punto la sua GP12 perchè l'obiettivo è ancora quello di vincere.

Con la Ferrari è andata "così così". Complice anche la pioggia insistente, Rossi alla fine si è classificato diciottesimo. Una passeggiata domenicale, ma ora è tempo di rimettersi al lavoro.

Forza Valentino!

Aggiungi ai preferiti
Stampa
PDF
Articoli Correlati

Altri Campionati - Auto

Ad aggiudicarsi questa edizione 2014 della Coppa d'Oro delle Dolomiti è l’equipaggio Mozzi / Biacca su Triumph TR2 che, dopo aver già vinto la Mille Miglia 2014, prosegue una stagione sportiva ai vertici. Il podio della Coppa d'Oro delle Dolomiti 2014 La coppia mantovana si aggiudica il podio dopo un faticosissimo testa a testa di due giorni con i pluricampioni Cané / Galliani su Lancia Aprilia. Giuliano Canè, il più grande regolarista di tutti i tempi, vincitore di 10 Mille Miglia e 7 Coppe d’Oro delle Dolomiti, ha ceduto il passo a Giordano Mozzi nelle ultime tre prove di rientro a Cortina d’Ampezzo. Al terzo posto l’imprenditore bresciano Domenico Battagliola affiancato dal co-pilota Giacomo Salvalaggio su Austin Healey 100 BN1 del 1955. “Vincere nello stesso anno la Mille Miglia e la Coppa d’Oro delle Dolomiti è una gioia immensa”, spiega Giordano Mozzi dal podio. “Ad accomunare le due gare di regolarità sono sicuramente la grande difficoltà tecnica e la bellezza dei paesaggi attraversati”. Amareggiato per l’inattesa sconfitta Giuliano Canè: “È stata una gara bella e un duello appassionante con Mozzi - ammette - quest’anno possiamo dire che il testimone è passato di mano, ma non ho alcuna intenzione di abdicare; sempre con il fair play che caratterizza la manifestazione”. Coppa d'Oro 2014 anticipata: una scelta vincente C'era curiosità sui risultati di questo evento a causa dello spostamento di date: la Coppa d'Oro 2014 si è svolta venerdì 18 e sabato 19 luglio. Un bilancio positivo di questa 53° edizione della Coppa d'Oro - che il nostro Tazio Nuvolari definì “la Mille Miglia delle montagne” - viene espresso dal Presidente del Comitato Organizzatore Alessandro Casali: “la scelta di anticipare i giorni di gara, da settembre a luglio come nelle edizioni storiche, è stata vincente: abbiamo avuto un tempo splendido che ha agevolato i drivers su strade di montagna non semplici da affrontare e ha regalato panorami suggestivi. Va sottolineato, inoltre, che la Coppa d’Oro delle Dolomiti rappresenta non solo un importante evento sportivo, ma anche e soprattutto un volano economico per il territorio: nei quattro giorni di gara alberghi e ristoranti a Cortina hanno registrato il tutto esaurito e il Veneto e l’Alto Adige hanno potuto godere di visibilità nazionale e internazionale”.
CONDIVIDI

Auto

La manifestazione automobilistica "Le Mitiche Sport a Bassano 2014" si è svolta dal 19 al 22 giugno 2014 partendo da Romano d’Ezzelino e facendo tappa ad Asiago e a Vicenza prima dell'arrivo in Piazza Libertà a Bassano del Grappa e della premiazione nella storica Piazza degli Scacchi di Marostica. La ventesima edizione de “Le Mitiche Sport” È la Fiat 508 S Siata di Alberto Riboldi e Paolo Sabbadini a vincere la ventesima edizione de “Le Mitiche Sport a Bassano”. Secondo gradino del podio per l’equipaggio di Maurizio Piantelli / Paola Montaldi su Bugatti T37 A, mentre terzo è arrivato Mario Piantelli / Fabio Cambiè su Aston Martin LM7. Le Mitiche auto del 2014 [caption id="attachment_15444" align="aligncenter" width="650"] Una delle auto de Le Mitiche Sport a Bassano 2014[/caption] Il parterre di vetture iscritte alle “Le Mitiche Sport a Bassano” non ha eguali in Italia: 85 “Barchette” provenienti da tutto il mondo che rendono questo evento unico per qualità e prestigio. “La nostra squadra ha lavorato moltissimo – ha ammesso Stefano Chiminelli, Presidente del Circolo Veneto Automoto d’Epoca “Giannino Marzotto”, durante le premiazioni – ma la risposta che ci è stata data da tutti durante questi tre giorni ci riempie il cuore e ci ripaga di tutta la fatica”. Tanti premi per Le Mitiche Sport a Bassano 2014 [caption id="attachment_15445" align="aligncenter" width="650"] Una delle premiazioni - Le Mitiche Sport a Bassano 2014[/caption] Numerosi i premi assegnati, assieme ai quali sono stati donati anche degli assegni come segno di solidarietà: uno agli Alpini per i lavori sul Ponte di Bassano e uno all’Università di Padova per una borsa di studio destinata alla Facoltà di Ingegneria meccanica. Entrambi resi possibili grazie a una parte del ricavato della manifestazione che ha come main sponsor la casa di orologeria Eberhard. La classifica a squadre è stata vinta da Gli Svizzeri seguiti da “Piloti sul serio” e dalla “Brescia corse”. Il Premio Coppa del Pasubio è andato a Hidetomo Kimura / Akira Okubo a bordo di una Siata Pescara; il Premio per la miglior Fiat sempre ad Alberto Riboldi / Paolo Sabbadini per la Fiat 508 S Siata, vincitrice assoluta di questa edizione; il Premio per la miglior Maserati a Luigi Berton / Matteo Gardaro a bordo di una Maserati A6 GCS; il Premio per la miglior Alfa Romeo ad Axel Marxs e Mario Peserico amministratore delegato di Eberhard Orologi a bordo di un’Alfa Romeo 6C 1750 GS. Infine il Premio Città di Bassano è andato alla Amilcar CG SS di Philippe Jolly.
CONDIVIDI

Auto

L'Hummer H2 limousine rappresenta il massimo dell'esagerazione made in USA: già i classici veicoli Hummer si distinguono per la loro imponenza, ma questa versione limousine non potrà passare inosservata. Esistono varie versioni dell'Hummer limousine a seconda del costruttore che ne modifica la parte centrale. Caratteristiche tecniche dell Hummer limousine più diffuso L'Hummer H2 limousine è mosso dallo stesso enorme motore dell'H2 normale: un 6.0 litri V8 da 320 CV montato anteriormente - a trazione integrale - con ben 48 kg/m di coppia motrice a 4.000 giri/min (495 Nm), quattro freni a disco ventilati con distribuzione elettronica, controllo di trazione, differenziale autobloccante posteriore, sospensioni ad assale rigido indipendenti con barra stabilizzatrice e molle elicoidali, specchi retrovisori elettrici riscaldati, telecamere posteriori ad infrarossi e tanto tanto altro. I consumi sono spropositati, ma il serbatoio è da 110 litri quindi un pieno durerà abbastanza a lungo. Caratteristiche estetiche dell'Hummer limousine più diffuso [caption id="attachment_15437" align="aligncenter" width="650"] Gli interni dell'Hummer H2 limousine[/caption] Alcune versioni dell'Hummer H2 limousine hanno oltre 20 posti disponibili, superando i 14 metri di lunghezza. La versione più diffusa, tuttavia, si limita ad un massimo di 16 posti (spesso l'omologazione è per 8) in circa 11 metri. Stiamo parlando di un colosso di oltre 5 tonnellate. Cosa aspettarsi dalla dotazione dell'Hummer limousine? Rivestimenti in pelle, parquet, laser, fibre ottiche e luci a led multicolore, vari monitor, specchi, neon esterni e luci di ingombro sul tetto, impianto audio degno di una discoteca con lettori DVD ed iPod, effetto fumo, salottino bar con vari drink e champagne o letto matrimoniale, vetri posteriori e laterali oscurati o colorati, 2 alternatori, 2 batterie, 2 impianti d'aria condizionata. È un elenco non esaustivo dei possibili allestimenti di questo colosso - forse grottesco, di certo appariscente -. Dove noleggiare l'Hummer limousine in Italia Vediamo dove è possibile e quanto costa noleggiare l'Hummer H2 limousine in Italia. Hummer limousine a Milano [caption id="attachment_15435" align="aligncenter" width="650"] Hummer limousine per un evento a Milano[/caption] Imbattersi in un Hummer limousine a Milano non è difficile: è proprio in questa città che l'enorme veicolo americano è diventato uno status symbol ed è stato utilizzato da numerose star e marchi. Ad esempio Luxury Limousine Milano (a Cinisello Balsamo) permette di noleggiare l'Hummer per eventi privati, feste o per eventi aziendali e pubblicitari. Sempre a Milano, Limousine Service Sas noleggia gli Hummer limousine con autista e percorso a scelta con prezzi a partire da 300€ per un'ora. Hummer limousine a Roma [caption id="attachment_15436" align="aligncenter" width="650"] Ecco un Hummer limousine nero ed uno bianco a Roma[/caption] Anche a Roma è possibile noleggiare un Hummer limousine presso Bcool Luxury Limousine che dispone di un modello bianco (H3) ed uno nero (H2), oppure presso Noleggio Limousine Roma. I prezzi partono da 300€. Hummer limousine a Napoli Al sud ci si può recare a Napoli, dove è possibile noleggiare l'Hummer limousine: Hollywood Party a Portici, ad esempio, oltre a noleggiare l'Hummer, si occupa anche di organizzare eventi con hostess, stewards e ragazze immagine.  
CONDIVIDI
Segui Nuvolari su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv